Il CILE torna alle origini con la band Le Rivolte

aaaa

Una canzone per cuori rotti, ricuciti e rinati attraverso la rivoluzione dei sentimenti

il Cile torna alle origini con la band Le Rivolte, progetto parallelo al suo percorso da solista e in cui le prerogative sono fare musica libero da sovrastrutture e non porre limitazioni alla penna ispirata e densa di vissuto che lo hanno reso tra i cantautori più interessanti dell’ultimo decennio. Un artista che ha fatto dei sentimenti, descritti con un mix superbo di malinconia e crudezza, il perno della propria poetica per cui non poteva essere scelto giorno migliore che San Valentino per pubblicare a sorpresa Bromuro, il primo capitolo di questo gruppo che vuole crearsi spazio nell’underground affidandosi esclusivamente al sudore e alla libido del palco.

Proprio per questo il singolo è totalmente suonato, scevro di ornamenti radiofonici ma con un sound dichiaratamente rock che valorizza il testo intriso di dolore e di riflessioni su un amore perduto. La frase cardine del pezzo, e di quello che sarà il primo tassello discografico della band, è “Sesso, droga e violenza scatenano ogni guerra” e i cinque musicisti si sono armati di plettri, bacchette e inchiostro per invitare l’ascoltatore a combattere con loro questa battaglia dove la sconfitta è già annunciata in partenza.

Bromuro è il racconto distorto di chi non riesce a domare il caos di una storia e si affida alle alterazioni per cercare di trovare un attimo di pace, lo sguardo di un innamorato che vive dentro di sé un conflitto degno della seconda guerra mondiale, il desiderio represso di chi annega in lacrime di un oceano smisurato dove l’orizzonte di una ritrovata serenità è un miraggio lontano, un viaggio interstellare come soluzione utopica per tornare a respirare.

«Le rivolte sono: un menestrello che non ha mai depositato le armi, un soldato che detta il ritmo della sommossa, un alchimista di suoni ed ideali, un mercante d’arte e di rivoluzioni ed un esploratore di partiture sintetiche immolatosi alla causa. Le rivolte esistono da sempre, fuori dalle vostre case e per le vie del mondo. Noi seguiamo solo il loro flusso e lo mettiamo in musica. “Le rivolte” sono una band nata per una delle tante casualità della vita, poco prima di una pandemia, che vuole celebrare San Valentino con una canzone per i cuori rotti, ricuciti e rinati attraverso le rivoluzioni dei sentimenti».

Le Rivolte sono Lorenzo Cilembrini, Daniele Visconti, Stefano Candelieri, Nicolò Paracchini e Damiano Certo. Le Rivolte è il nome del nuovo progetto musicale de Il Cile, cantautore con all’attivo tre dischi (Siamo morti a vent’anni, In Cile Veritas e La fate facile), accolti con entusiasmo da pubblico e critica, e autore tra gli altri per i Negrita, Loredana Bertè. Vanta collaborazioni di successo, tra cui quelle con i Club Dogo in Tutto ciò che ho e con J-Ax in Maria Salvador e Fiesta, e la vittoria del premio Sergio Bardotti come miglior testo del Festival di Sanremo 2013, dove aveva partecipato tra le Nuove Proposte con Le parole non servono più.

Ascolta Le Rivolte su Spotify

Segui Le Rivolte su Instagram